SELFIE Project

Fotoperformance 2016

tecnica: scannerizzazione digitale

misure: variabili

“Selfie” è l'unione di due progetti: il primo fotografico e sfrutta uno specifico linguaggio, mentre il secondo è un'installazione in cui le stesse immagini vengono sfruttate per trasmettere un messaggio più complesso. “Selfie” nasce dall'idea di autoritrarsi, come avviene nel mondo contemporaneo, nell'attimo di una foto istantanea, spesso di bassa qualità e dalla funzione autocelebrativa. Un'operazione che un tempo veniva definito autoritratto, che nella stessa parola racchiudeva l'importanza del contenuto e il tempo per compiere una serie di gesti, che andavano dalla pittura alla stampa fotografica. In “Selfie” rimane costante la volontà di ritrarsi in un arco di tempo più lungo dell'istante, sfruttando così uno strumento tecnologico che ritrae quello che vede in maniera oggettiva: lo scanner. Le immagini scannerizzate traducono la volontà di un contatto diretto con lo strumento, la luce (artificiale) e il tempo (impiegato dallo scanner per catturare tutto ciò che si trova sulla lastra di vetro). In questa operazione vi è uno stato di sofferenza nella costrizione di autoritrarsi all'interno di uno spazio delimitato, coinvolgendo tutti i sensi, compresa la vista - gli occhi sono obbligatoriamente chiusi per contrastare la luce intensa durante la scansione -. Le fotografie ritraggono la stessa persona in 16 scansioni, contrassegnate da un codice “identificativo soggetto A0001” (in questo caso l'autrice T.M.), cloni di cui le varianti tipologiche comportamentali corrispondenti agli studi di Jung e creati attraverso lo strumento psicometrico JTI (Jung Type Indicator). Viene creata l'oppotrunità di poter scegliere oltre che la persona fisica, anche una specifica variante del tipo psicologico di personalità desiderata. La cassa di legno contiene un “vero” prototipo tra le varianti disponibili pronto per la spedizione. Dunque non è più necessario dover accettare le persone per come sono, né doversi sforzare di cambiarle ottenendo risultati inconcludenti.